Pubblicità

Articolo

GTA V: la recensione

La redazione di Softonic

Pubblicato

Abbiamo provato Grand Theft Auto V, l’ultimo GTA rilasciato da Rockstar. In questo capitolo la serie torna a Los Santos, la città che abbiamo conosciuto in GTA: San Andreas.

Con un comparto tecnico spettacolare, un open world tre volte e mezzo quello di Red Dead Redemption e un gameplay incredibilmente vario… è forse il miglior gioco di sempre?

GTA V: la recensione

Una storia articolata

La trama di GTA 5 ruota attorno a tre personaggi: Franklin, Michael e Trevor. Franklin è un gangster del ghetto che vuole arrivare nel mondo che conta, Michael è un rapinatore di banche ormai in pensione che ha problemi con la famiglia, e Trevor è un redneck completamente squilibrato che ora si dedica a vendere anfetamine.

Come in una serie TV, i personaggi ci vengono svelati gradualmente, con l’evolversi della storia che, proprio grazie alle differenze tra i caratteri dei protagonisti, è varia e coinvolgente. Ma più che guardare un film, quando giochi a GTA 5 sembra di avere a disposizione un intero canale con serie di ogni tipo.

Los Santos e dintorni

In GTA San Andreas c’erano tre città: Los Santos: San Fierro e Las Venturas. In GTA V è tornata solo Los Santos, ma poco importa, perchè Los Santos è enorme! La città sembra più grande di Liberty City ed è esteticamente stupenda. La somiglianza con Los Angeles è ancora più evidente e i luoghi tipici della città come la scritta Hollywood o Malibu, la spiaggia di Baywatch, sono immediatamente riconoscibili.

Una volta lasciata l’urbe, puoi visitare liberamente le zone intorno. Basti pensare che la mappa gi Grand Theft Auto V è grande come quella di San Andreas, Red Dead Redemption e GTA IV messi insieme. Con due città, montagne e paesaggi differenti, il mondo di GTA è realmente vario e stupendo.

Un’esperienza incredibile

Parlando del gameplay, GTA V supera di gran lunga gli altri giochi. I tre personaggi differenti offrono un’esperienza varia, ognuno ha delle missioni personali e anche quelle che giocano insieme sono un vero divertimento.

Rockstar è riuscita a prendere il meglio di tanti giochi per unirli in un unico titolo. La guida è nettamente migliorata rispetto al titolo precedente, tanto che sembra di trovarci in Driver San Francisco. Le sparatorie sono invece molto simili alle meccaniche di Max Payne 3, un grande sparatutto in terza persona. Le zone fuori dalla città sembrano un’evoluzione di Red Dead Redemption.

Il mondo di GTA V non è solo immenso ma è anche estremamente curato. Rubare una macchina, ad esempio, non è una cosa immediata, dato che per far accendere il motore ci vorrà del tempo. O quando stai volando è probabile che ti imbatta in una turbolenza.

La storia principale di GTA V è solo una piccola parte del gioco. Dopo una missione stressante puoi rilassarti con una partita a tennis o, se sei più sofisticato, sfidare qualcuno sul campo di golf. Se ami gli animali puoi portare il cane per una passeggiata in campagna e giocare con lui. Puoi anche gareggiare con la macchina, giocare a freccette o andare in uno strip club.

Per guadagnare soldi in GTA V ci sono tanti modi, non solo le rapine. Puoi investire nel mattone, farti un tatutaggio sul collo o speculare in borsa. Attraverso alcune missioni puoi entrare in controllo di alcune compagnie dove poi lavorare.

Conclusione

Le possibilità in GTA V sembrano infinite e pare essere un gioco più completo di The Sims o Second Life. Le dimensioni, la storia, la grafica, le diverse attività, GTA è semplicemente un gioco eccezionale. Aspettiamo con ansia il muiltiplayer di GTA Online, che sarà disponibile a partire dal 1 ottobre.

Per non perderti nulla, tieni sotto controllo la nostra pagina tutto su GTA V!

[Adattamento di un articolo originale di Rutger Uittenbogaard per Softonic NL]

Potrebbe interessarti anche